ll governo dei mediocri.

di Nicola Porro. Oggi finalmente (si fa per dire!) abbiamo saputo chi sono i ministri del governo giallorosso. Un governo di semi sconosciuti che nessuno ha votato e che ha come primo obiettivo quello di depotenziare Salvini.

“In questo accrocchio si ritrovano il peggio del riformismo laico e del cattocomunismo d’antan, i soliti intellò, e fin qua ci sta, ma pure ciò che rimaneva del meglio della sinistra ex comunista”. Il commento di .

Quello partorito dalla Pochette è un governo tendenzialmente di nomi mediocri (nel senso che non ci sono le prime file) perché nessuno dei big vuole lasciarci le impronte digitali. Ma non perdete tempo a correre attorno ai nomi e alle deleghe.

La ciccia è semplice, ed è la seguente: da oggi un governo non passato dal vostro voto vi spiegherà perchè è necessario passare al proporzionale (e di questo si occuperanno i big dietro le quinte) per depotenziare Salvini, come la vecchia legge elettorale serviva ad anestetizzare i grillini, e con la scusa dell’economia green proverà a imporre nuove tasse.

2 commenti su “ll governo dei mediocri.

  1. Sig. Nicola Porro, perchè bisogna essere così sfacciatamente falsi? Le oppinioni sono soggettive i fatti invece non si possono contraffare. I 5S sono gli stessi che hanno fatto il governo con la lega? Perchè allora bisogna dire che non sono stati “votati”? Le consiglio comunque di andare a controllare quante preferenze hanno ricevuto i deputati e senatori del PD e del M5S cosi in futuro non potrà più cadere in intemerate elucubrazioni .
    un saluto roberto b

  2. Con questo esecutivo, l’ingerenza dell’Ue negli affari nazionali raggiunge vette mai viste. Attraverso ministri fantoccio, Bruxelles assumerà il controllo diretto delle nostre politiche riguardo economia, immigrazione e temi etici. Saranno tempi bui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.