Le pittrici del XIX secolo, eroine in lotta per i diritti delle donne.

di Francesca Marra. Il XIX secolo è ricco di avventure pittoriche, diversissime tra loro e tutte emozionanti: stili differenti, tecniche pittoriche innovative, volontà di rinnovamento, capacità di comunicazione sono gli elementi che lo rendono così interessante.

Alle opere romantiche, patriottiche e drammatiche della prima fase segue la rivoluzione realista, che apre orizzonti di grande libertà per il futuro: con la seconda metà del secolo l’emancipazione dell’artista diventerà inarrestabile, per giungere ad aprire timidamente le porte anche al mondo femminile.

Pittrici o scultrici che ancora non possono esercitare una professione come i loro mariti, compagni o fratelli, ma che accrescono potenzialità professionali che vedranno un pieno sviluppo nel secolo successivo.Le donne dell'Impressionismo e la lettura. Berthe Morisot e Mary Cassatt

Da Berthe Morisot a Mary Cassatt, le artiste del secondo Ottocento si inseriscono con abilità e tenacia nella corrente impressionista. Scoprire le loro vite e indagare le loro opere ci aiuta a ricostruire il quadro artistico e culturale dell’epoca, ma restituisce anche la difficoltà, per una donna, di affermarsi in un ambito che all’epoca era ritenuto tipicamente maschile.

La loro eredità professionale e sociale verrà sviluppata a pieno nel secolo successivo.

Il tema rimane ancora oggi inesplorato.
1,0 / 5
Grazie per aver votato!

Una risposta a “Le pittrici del XIX secolo, eroine in lotta per i diritti delle donne.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.