Crea sito

Quel popolo che aveva creduto alla bugia dei ministri che viaggiano senza auto blu.

()

di Gianfranco Rotondi. Premetto di essere un estimatore del ministro Di Maio: ha caricato sulle sue spalle responsabilità enormi, sostanzialmente ne ha retto l’urto. E poi io sono sempre dalla parte dei giovani, principalmente perchè trovai tanti vecchi dalla mia parte quando giovane e rivoluzionario ero io.

Fatta questa premessa, oggi ho capito in diretta la ragione del tramonto dei pentastellati.

Al tempo dei loro primi ‘meet up’ io ero un ministro del governo Berlusconi, scortato come tutti i ministri. La passione dei cinquestelle era fotografarmi con la scorta, una volta ironizzarono persino sul fatto che stessi consumando un gelato con gli uomini della sicurezza.

Oggi ero a Grottaminarda per un incontro elettorale, a cui sono giunto puntuale alla guida della mia autovettura.

Dal meraviglioso caffè che ci ospitava ho assistito al passaggio di un corteo ministeriale degno dei miei ricordi di prima repubblica: era il ministro Di Maio, a bordo di una berlina ministeriale, preceduta da un’auto staffetta, e seguita da altre due.

In tutto erano quattro autovetture, munite di sirena e lampeggiante, come nei film parodia dei ministri della prima repubblica.

Tutto normale, tutto legittimo: i Ministri viaggiano secondo protocolli di sicurezza che sono gli stessi per Gaspari, Gasparri, Pomicino, Rotondi, Monti o Di Maio.

Il guaio per Di Maio è che lui ha fatto credere agli italiani che si potesse fare in un altro modo. Che quel protocollo di sicurezza fosse un odioso privilegio da sostituire con lo stile alternativo dei cittadini promossi alla guida del Paese.

Invece ora i Ministri a cinque stelle attraversano lo stivale con le sirene e i lampeggianti dei governanti socialisti e Dorotei.

La foto di Grottaminarda vale più di un editoriale: il corteo di auto blu pentastellate spiega plasticamente come si passa dal trenta al dieci per cento.

Il viale del tramonto è brevissimo anche quando lo si percorre con quattro auto blu.

Vota questo post

Ci dispiace che questo post non ti sia piaciuto!

Cerchiamo di migliorare questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.