Michael Jordan, una leggenda del basket.

di Alberto Sigona. MICHEAL JORDAN (USA, 1963) BASKET. Di ruolo Guardia tiratrice, lo statunitense M. Jeffrey Jordan (198cm), per le sue doti incredibili nonché per la sua enorme versatilità, è considerato quasi all’unanimità il migliore cestista all time (ed il più popolare) ed il più grande sportivo nordamericano del XX secolo assieme a Cassius Clay e Carl Lewis, nonché fra i primi 10 o 15 sportivi d’ogni epoca.

Michael Jordan was years ahead of his game. The Last Dance showed that he still is | Michael Jordan | The GuardianBandiera dei Chicago Bulls (con i quali ha vinto 6 Titoli NBA: 1991, 1992, 1993, 1996, 1997, 1998), è salito sull’Olimpo degli Dei per aver trasformato il Basket in arte e per essere stato il giocatore più popolare nella storia della Pallacanestro, nonché uno dei pochi sportivi cult dal Dopoguerra ad oggi (più o meno alla pari di uomini del livello del già citato Cassius Clay o Pelè). Durante la sua lunga carriera ha riscritto quasi interamente la storia della “palla a spicchi”, oscurando per certi versi la fama di leggende del calibro di W. Chamberlain e K. Abdul-Jabbar, infrangendo primati di vario genere, fra cui quello inerente al totale di MVP delle Finali – toccando quota 6 – e quello dei Titoli di miglior marcatore (10). Dopo diversi tira e molla si ritirò definitivamente nel 2003 (a 40 anni), concludendo la carriera NBA con una media punti di 30,12 a partita (33,45 nei playoffs), la più alta di tutti i tempi, e questo nonostante non sia stato un “attaccante” puro (era noto infatti per le sue qualità difensive eccezionali). Con la Nazionale Americana si fregiò in primis di 2 Olimpiadi con il celeberrimo DREAM TEAM (vedi nota finale), il cui apogeo fu toccato a Barcellona 1992. Durante la sua vita sportiva si è dilettato con discreti risultati anche nel Baseball.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.