Crea sito

Poca voglia di votare: la politica fa flop, l’antipolitica pure.

La politica fa flop. L’antipolitica pure. La gente è stufa delle chiacchiere e per le prossime consultazioni elettorali si preannunciano numeri record per quanto riguarda l’astensionismo, certamente il partito di maggioranza assoluta in Italia. Ma in crisi non è andata solo la politica dei talk show e delle recentissime quanto controverse primarie del Pd, ma anche l’antipolitica. Da queste pagine già in tempi non sospetti avevamo stigmatizzato il calo di “contatti” e “commenti” del blog più cliccato d’Italia, quello di Beppe Grillo, e oggi la conferma viene dal flop per scegliere online il listone M5S che correrà alle prossime amministrative di Napoli. Gli iscritti al meetup del capoluogo partenopeo sono 5462, ma hanno votato in appena 588. Il che vuol dire che l’affluenza alle “urne elettroniche”, seppur comoda davanti ad uno schermo e senza pagare neppure un centesimo, è stata del 10% circa! Scarsissima partecipazione, dunque, che i beninformati spiegano con una delusione della base causata dalle recenti espulsioni, dalle lotte intestine e dalla poca trasparenza sul voto telematico non immune da critiche, sospetti, accuse e tante, tante, troppe polemiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.