Crea sito

Le idi di marzo del Cavaliere.

A pochi giorni dalla decadenza da senatore della Repubblica Italiana, un’altra tegola cade sul tramonto dell’era Berlusconi. Dopo aver confermato la condanna a quattro anni di reclusione al processo Mediaset, la Cassazione ha respinto il ricorso della Fininvest contro la Cir per il risarcimento del Lodo Mondadori, che rimane confermato con un ritocco al ribasso, un taglio di circa 23 milioni di euro sulla cifra liquidata dai giudici e pari a 564,2 milioni di euro. Lo scrive la Cassazione. In particolare, la Suprema Corte, nella decisione appena depositata dalla terza sezione civile e relativa all’udienza svoltasi lo scorso giugno, ha accolto solo, e in parte, uno dei motivi della difesa Fininvest, il reclamo sull’eccessiva valutazione delle azioni del gruppo L’Espresso. Sul punto i supremi giudici hanno “cassato senza rinvio il capo della sentenza di appello contenente la liquidazione del danno in via equitativa, come stimata nella misura del 15% del danno patrimoniale già liquidato”. Insomma, in attesa di quel famoso videomessaggio più volte rimaneggiato e che proprio non ce la fa ad andare in onda, il cerchio si sta lentamente chiudendo intorno a Silvio Berlusconi. Manca solo la mano di un qualsiasi “Bruto” del Pdl ad assestare la pugnalata finale che decreti le idi di marzo del Cavaliere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.