Verifica se la tua TV può ricevere il nuovo segnale!

Tra il 21 e il 30 giugno 2022 il digitale terrestre di prima generazione non sarà più visibile. Le emittenti televisive (come Rai, Mediaset, La7 o le locali) spegneranno le trasmissioni in DVB-T e trasmetteranno i loro canali solo con lo standard DVB-T2.

Ma prima di procedere all’acquisto di un nuovo apparecchio Tv o di un decoder, verifica se la tua tv è in grado di ricevere il nuovo segnale!Se il tuo televisore è stato acquistato a partire dal 22 dicembre 2018, sarà compatibile con il nuovo digitale terrestre poiché da quella data i negozianti sono obbligati a vendere televisori che supportano il nuovo standard DVB-T2 e la codifica HEVC Main10.

Puoi quindi accertare che la tua TV supporti i nuovi standard verificando che nel manuale e/o nella scheda tecnica del televisore sia presente l’indicazione DVB-T2 HEVC Main10.

Puoi inoltre verificare che la tua TV sia compatibile con il primo passaggio tecnologico – cioè il passaggio dalla codifica MPEG-2 a quella MPEG-4, che renderà visibili i canali soltanto in alta definizione (HD) – provando a vedere i canali già disponibili in HD, ad esempio 501 per RAIUNO HD, 505 per Canale 5 HD e 507 per LA7 HD. Se almeno un canale HD sarà visibile, la tua TV è pronta per il primo passaggio tecnologico. In caso contrario, dovrai sostituire la tua TV già al momento del primo passaggio tecnologico del 1° settembre 2021.

Infine, puoi verificare che la tua TV sia compatibile con i cambiamenti relativi al secondo passaggio – quando verrà introdotto definitivamente il DVB-T2 con il nuovo sistema di codifica HEVC Main10 – provando a visualizzare i canali di test 100 e 200; se vedi RAIUNO sul canale 1 allora verifica che sul canale 100 appaia la scritta “Test HEVC Main10”; analogamente se vedi Canale 5 sul canale 5, verifica che sul canale 200 appaia la medesima scritta. Se compare tale scritta, l’apparato è compatibile con il nuovo standard di trasmissione. Tuttavia, può accadere che ci siano problemi nel visualizzare la schermata (i canali non mostrano il messaggio “Test HEVC Main10” o risultano oscurati) pur essendo il televisore o il decoder compatibili con il DVB-T2. In tali casi l’esito negativo del test potrebbe derivare:

1. da una non corretta (ma temporanea) ricezione dei due canali;
2. dalla momentanea presenza di un’altra emittente sul canale;
3. dal fatto che la propria tv non riesca ad agganciarsi alle frequenze più recenti.

Pertanto, prima di acquistare un nuovo decoder o una nuova TV, è sempre opportuno e consigliabile effettuare una risintonizzazione; solo nel caso in cui, anche dopo aver terminato tale procedura, persistessero problemi nel visualizzare la schermata, per continuare a vedere i tuoi programmi preferiti dovrai necessariamente procedere all’acquisto di nuovi apparati.

Firmato il decreto “bonus Tv”, sarà valido per tutti!

Il ministro dello Sviluppo Giancarlo Giorgetti ha firmato il decreto che attiva la norma che consentirà di acquistare un nuovo apparecchio televisivo (compatibile con i nuovi standard di trasmissione Dvbt-2/Hevc Main 10) con un bonus di 100 euro: “A differenza del precedente incentivo, che resta comunque in vigore ed è pertanto cumulabile per coloro che sono in possesso di tutti i requisiti, il bonus rottamazione Tv si rivolge a tutti i cittadini” perchè non sono previsti limiti Isee.

L’agevolazione consiste in uno sconto del 20% sul prezzo d’acquisto, fino a un massimo di 100 euro, che si può ottenere rottamando un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018. Il bonus rottamazione Tv ha, infatti, l’obiettivo di favorire la sostituzione di apparecchi televisivi che non saranno più idonei ai nuovi standard tecnologici, al fine di garantire la tutela ambientale e la promozione dell’economia circolare attraverso un loro corretto smaltimento.

Alla scelta di un nuovo televisore (ANSA)Nessun limite Isee. A differenza del precedente incentivo, che resta comunque in vigore ed è pertanto cumulabile per coloro che sono in possesso di tutti i requisiti, il bonus rottamazione Tv si rivolge a tutti i cittadini in quanto non prevede limiti di ISEE. In particolare, verrà riconosciuto un bonus per l’acquisto di un televisore per ogni nucleo familiare fino al 31 dicembre 2022.

Le risorse destinate alla misura sono complessivamente 250 milioni di euro.

I tre requisiti. Il provvedimento individua tre requisiti per beneficiare dell’incentivo: residenza in Italia, rottamazione di un televisore e il pagamento del canone di abbonamento al servizio di radiodiffusione. A tal riguardo è previsto che potranno accedere all’agevolazione anche i cittadini, di età pari o superiore a settantacinque anni, che sono esonerati dal pagamento del suddetto canone.

La rottamazione. potrà essere effettuata in sede di acquisto del nuovo televisore, consegnando al rivenditore quello vecchio, che si occuperà poi dello smaltimento dell’apparecchio e di ottenere un credito fiscale pari allo sconto riconosciuto al cliente al momento dell’acquisto del nuovo apparecchio. Un’altra modalità per rottamare la vecchia tv è consegnarla direttamente in una isola ecologica autorizzata. In questo caso un modulo certificherà l’avvenuta consegna dell’apparecchio, con la relativa documentazione per richiedere lo sconto sul prezzo di acquisto.

Fonte: https://nuovatvdigitale.mise.gov.it/

5 Risposte a “Verifica se la tua TV può ricevere il nuovo segnale!”

  1. Sarebbe il caso di dargli un bello schiaffone e di non comprare nè il decoder nè un altro televisore.
    Ma in quanti italiani sarebbero pronti a portare avanti questa forma di protesta?
    In quanti sarebbero disposti a rinunciare ai giochini e al chiacchiericcio che le tv ci procurano h24?

  2. In realtà a loro del green non frega nolla, il loro obbiettivo è farti spendere, meglio ancora se a debito!

  3. Samsung, Sony, Panasonic e LG tengono famiglia!
    Devono mangiare le creature!

  4. Il 90 % dei canali sono inguardabili. Compresi quelli della RAI.
    Qualcuno mi dovrà spiegare perché ci sono 2 RAI sport che trasmettono contemporaneamente la stessa trasmissione. E sempre cose vecchie.
    L’unico canale interessante è quello delle televendite!!!!

  5. Quindi fatemi capire, buttiamo una montagna di televisori che funzionano per sostituirli con televisori dotati di una nuova tecnologia di cui non c’è impellente bisogno, con tanto di miserabile bonus per indorare la pillola. Tutto molto eco-friendly e green non c’è che dire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.