Un Paese in perenne crisi, dove le case non valgono più niente e gli stipendi sono da fame!

di Redazione. I governi italiani e quelli europei hanno ridotto in cenere il Belpaese. Zero manutenzione di territorio e infrastrutture, in un paese che sta cadendo letteralmente a pezzi. Zero investimenti in opere pubbliche, specie nel Mezzogiorno dove merci e persone viaggiano alla velocità di un calesse. Stipendi e pensioni dimezzati dal passaggio dalla Lira all’Euro e che a tutt’oggi non sono ancora stati adeguati al costo reale della vita. Tasse che si mangiano non solo il 50% del reddito pro capite, ma pure i risparmi e le case degli italiani!
Sì le case degli italiani, svalutate dalla crisi e tartassate dal fisco, tanto che i prezzi del mattone sono scesi ai minimi storici e nonostante ciò il settore immobiliare è tragicamente fermo!
I prezzi delle abitazioni tornano in calo nel terzo trimestre rispetto ai tre mesi precedenti, con una diminuzione dello 0,8%, e un’analoga contrazione su base annua, la settima consecutiva. Lo comunica l’Istat nelle stime preliminari dell’indice dei prezzi delle abitazioni (Ipab) acquistate dalle famiglie, per fini abitativi o per investimento. Il tasso di variazione acquisito per il 2018 è pari a -0,5%.
Rispetto alla media del 2010, i prezzi sono diminuiti del 16,7%, a causa delle abitazioni esistenti i cui prezzi sono calati del 22,9% (quelle nuove hanno segnato invece +0,2%). Anche nel terzo trimestre, la flessione tendenziale dei prezzi è da attribuire unicamente ai prezzi delle abitazioni esistenti, che registrano una variazione negativa pari a -1,3% (era -0,8% nel trimestre precedente). I prezzi delle abitazioni nuove, invece, accelerano su base tendenziale passando dal +1,2% del secondo trimestre del 2018 al +1,4% del terzo trimestre.

20 commenti su “Un Paese in perenne crisi, dove le case non valgono più niente e gli stipendi sono da fame!

  1. Tutto giusto, una sola domanda:L'Opinione Pubblica dov'è?L'Opinione Pubblica cosa fa?L'Opinione Pubbica in quale modo (gandiano) intende mobilitarsi?Non dimentichiamolo MAI:la Politica è solo lo specchio della Società, e non dimentichiamocelo, ogni Popolo avrà il governo che si è meritato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Dici bene: ogni popolo ha il governo che si merita e quando il popolo è bue chi governo altro non può fare che macelleria sociale!

  3. Quando aprite un account Google troverete scritto che il numero di telefono e la email di recupero sono facoltative: NON E'VERO!!!!!Se non date una email di recupero (lo posso capire) non vi aprono l'account. Ma dovete a tutti i costi dare un telefono, numero che poi loro utilizzano come cappero gli pare. E'una vera assurdità. Scriva chiaro e tondo GOOGLE che la mail ed il telefono sono obbligatori e la smetta di dire che sono facoltativi è falso. Il garante dovrebbe farsi sentire. Google e FB coi ns dati cosa fanno?Buona Domenica

  4. Il telefono, il numero di telefono è uno dei dati maggiormente sensibile. Conosco alcuni che con un solo numero aprono molti account<: ma scusate ha senso. Il controllo dell'identità lo possono fare solo e esclusivamente le Forze dell'Ordine

  5. Il caso Facebook ha insegnato, i ns. dati sono sballottati a destra ed a manca. Chiudono account a loro piacimento, Google è una dittatura antidemorcatica: oltre a non voler pagare le tasse, questi giganti tasorizzano i ns. dati:hanno veramente rotto i marroni BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

  6. E tutto vero la maschera che si presenta quando apri un Account Google dice FACOLTATIVO alla mai di recupero ed al telefono. Ma non è assolutamente così. A chi vogliono loro cancellano. Una vera prepotenza fatta senza alcuna ragione.

  7. Perchè in base a quale legge, io devo dare a GOOGLe o ad un privato il mio cellulare? Mi dicano dove è la norma, solo questo mettano la norma nell'Icona di apertura dell'account google, una volta per tutte.Io il mio cellulare non lo do se non agli amici fidati!!!!!!!!!!!!!!

  8. Chiedo alla redazione di Freeskipper, per favore di fare un articolo sulla questione:obbligo di fornire a Google od a chicchessia il proprio telefono. Posso capire una mail di recupero, ma voglio sapere la legge che riguarda l'obbligo del telefono. Freeskipper è un blog di valore, sono certa che farà qualcosa.Grazie in anticipo Freeskipper. Anche io a Google non daròmai il mio telefono è chiaro Google

  9. Cristina ieri a Torino 40.000 per la TAV ma nessuno che parla dei derivati che ha in carico il Comune di Torino, quelli vanno bene anche se fanno perdere soldi al paese

  10. Facebook – Google – Twitter vogliono, esigono e pretendono il mio telefono, ma siamo matti. Ma come si permettono, cosa sono pubbliche autorità. Io sono ben lieto di darlo solo alle AUTORITA'. Basta con queste prevaricazioni sul filo della legge.

  11. Conoscere la LEGGE è importante, questi colossi Google pesnano che noi la legge non la conosciamo.Bastaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  12. E'giusto cancellare coloro che offendono e mancano di rispetto agli altri, ma cancellare ACCOUNT solo perchè non danno il loro telefono è una assurdità vera e propria.Vediamo se mi cancellano vediamo!!!!

  13. …non capisco con chi ce l'hai, veramente, credimi! Quale telefono!? quale account!? qui è l'unico posto in Italia dove è tutto TRASPARENTE!!!

  14. Signora Diana mi segua: se tu vuoi aprire un account GOOGLE c'è scritto 1) Email di recupero facoltativo!!!!! 2) Telefono facoltativo!!!!!!In realtà se tu non dai il tuo telefono, GOOGLE ti cancella l'account. E' tutto chiara signora Diana!Una felice giornata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.