Salvini: “Zingaretti pensi all’emergenza rifiuti invece di litigare con Renzi e Di Maio”.

di Redazione. L’Italia è il paese delle “emergenze”. Emergenza meteo. Emrgenza cliam. Emergenza conti pubblici. Emergenza industriale. Emergenza immigrazione. Emergenza salari e pensioni. Emergenza evasione. Emergenza, emergenza, emergenza!

Ed è emergenza rifiuti nel Lazio e soprattutto a Roma dove la differenziata la fanno soli i cittadini armati non solo di tanta pazienza nei confronti di una amministrazione a dir poco ‘assente’, ma di tanta buona volontà. Il Comune e la Regione – a parte lo scarica barile sulle responsabilità – non valorizzano nemmeno un chilo di immondizia. E le discariche fanno registrare un drammatico sold out!

E a litigare per contendersi i rifiuti all’ombra del Colosseo non ci sono soltanto topi e gabbiani, che almeno la parte loro la fanno eliminando un pò di ‘monnezza, ma  anche M5S e PD, come stigmatizza il leader della Lega,  Matteo Salvini: “Invece di litigare con Renzi e Di Maio, sarebbe giusto che Zingaretti si occupasse dei problemi dei cittadini a partire dai rifiuti: il Lazio ha il record dei trasferimenti fuori regione dell’immondizia. Il 64% dell’umido viene inviato in altre regioni e stessa sorte per l’indifferenzata che finisce nelle discariche per il 41% o portato fuori regione per il 36,5%. Il Lazio non valorizza nemmeno un chilo di immondizia: nei prossimi 6 mesi non ci sarà più spazio nelle discariche. Sono numeri da vergognarsi: i cittadini del Lazio pagano come e più degli altri per avere un servizio peggiore. Zingaretti e Raggi, due facce della stessa medaglia. Prima vanno a casa e meglio sarà per i cittadini di Roma e di tutto il Lazio“.

2 commenti su “Salvini: “Zingaretti pensi all’emergenza rifiuti invece di litigare con Renzi e Di Maio”.

  1. E’ facile sì imitare se sei un bravo imitatore alla Noschese, tanto per intenderci, ma questi che ci governano sono soltanto dei comici : fanno ridere!

  2. E’facile quando non si hanno capacità progettuali, IMITARE quello che funziona progettato da altri.
    E’ facile VOLENDOLO, imitare la Danimarca, la Svezia,…, Paesi che brillantemente hanno risolto il problema dei Rifiuti. Il semplice fatto che la Capitale di Italia sia in queste condizioni è di per sè la dimostrazione scientifica che il sistema leaderocratico – che ha preso il posto del partitocratico – non funziona.
    E’da chiedersi ma come è possibile che la Capitale versi in questa situazione? Ma a questo punto una soluzione sarebbe spostarla in altra Città, dove la raccolta rifiuti funzioni.
    Bisogna rendersene conto il sistema basato sui leader di partito non regge.
    Bisogna tornare al Parlamento scelto dagli elettori con le vecchie ma sempre valide PREFERENZE, tuttra in funzione per Circoscrizioni, Comuni, Regioni.
    Basta con listini bloccati, ed unti del signor segretario che usciranno senza avere nemmeno un voto personale. E’ ora che lor signori lo capiscano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.