Salvini in Emilia Romagna: “Scommetto che Peppone oggi voterebbe Lega”!

di Redazione. Il 26 gennaio si vota in Emilia Romagna, la Regione “rossa” da sempre: dal dopoguerra ad oggi feudo incontrastato dei comunisti. E da quel voto dipenderà non solo la conferma o meno della giunta rossa alla Regione, ma anche e soprattutto la sopravvivenza della legislatura, ovvero del governo gialloRosso, PD-M5s.

Infatti il vento sta cambiando in tutta Italia e forse anche da quelle parti, dove il Partito Comunista è da sempre fortemente radicato, persino nell’aria, nella mortadella e nei tortellini! Ma adesso – nonostante il buon governo regionale dell giunta uscente, messo in ombra dalla disastrosa politica del Nazareno – la vittoria degli attuali eredi di quel PCI sta prospettandosi più faticosa del previsto: non più una vittoria indiscussa, senza se e senza ma, bensì una vittoria che si profila assai sudata, con tanti se e con altrettanti ma!

Il leader della Lega – dopo i clamorosi successi elettorali del centrodestra e i sondaggi che lo vedono sul gradino più alto del podio come “primo partito” – prosegue la sua campagna elettorale in Emilia Romagna e compie un gesto clamoroso: farsi fotografare insieme al busto di Peppone, il mitologico sindaco comunista dei film anni 50 con Don Camillo. Non pago, dopo la foto accanto al prete reso immortale da Fernandel ha fatto anche un salto al museo dedicato alla saga-capolavoro di Guareschi posando sotto le foto di LeninStalin e simbolo del Pci.

La rivoluzione, però, non è solo sui social: “Non avete idea di quanti vecchi comunisti mi abbiano detto in questi giorni: quelli del Pd preferiscono i banchieri agli operai, stavolta voto per voi!”, ha confidato ai leghisti in visibilio raccolti in piazza del centro in provincia di Reggio Emilia. “Scommetto che Peppone oggi voterebbe Lega!”, è il saluto del Capitano sui social.

7 commenti su “Salvini in Emilia Romagna: “Scommetto che Peppone oggi voterebbe Lega”!

  1. La LEGA è in grado di bloccare la crescita del Debito Pubblico?
    Se è in grado di farlo lo faccia!!!
    Sono stanca di sentire fanfarronate salviniane, e di altri nullafacenti che manteniamo noi.
    Una strada rotta si aggiusta con i fatti.
    Un ponte si controlla coi fatti.
    La Diarrea dalla Bocca è una malattia dei politici.
    Parlano tutti e tutti hanno ragione, ma noi sgobbiamo per mantenerli a Roma a vivere da principi.
    Tutti uguali degli inconcludentiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    1. Io modestamente penso di sì. La ricetta di abbassare le tasse a chi lavora e a ci produce facendole pagare a chi evade ed elude il fisco, mi sembra l’unica prescrivibile per un paese che in coma profondo da oltre un ventennio. E penso che la Lega con l’appoggio di Fratelli d’Italia ce la possa fare!

  2. Caro il mio Grigio, non la banalizzerei così perchè dove governa la Lega – vedi Lombardia e Veneto – le cose vanno certamente meglio, questo è un fatto indiscutibile. Se poi vogliamo negare pure l’evidenza dei fatti, bè allora non c’è più dialogo.

    1. Dove governa la LEGA è diminuita la POVERTA?
      Dove governa la LEGA è diminuita la CRIMINALITA’?
      Dove governa la LEGA la SANITA’ è più efficiente?
      In Piemonte governava la LEGA:vedere mutande verdi.
      Io la LEGA l’ho vista dall’interno, prova ad iscriverTi ed a frequentare poi mi dirai.

  3. Ammettiamo per un momento che in Romagna vinca la LEGA+Fratelli – cosa cambierebbe?
    Faccio un esempio illuminante: I Consigli Provinciali erano votati dal Popolo. Con la mancata riforma RENZI i Consigli provinciali non sono più elettivi: LEGA e Fratelli perchè non hanno chiesto che vista la mancata riforma costituzionale, si tornasse a fare eleggere i Consigli Provinciali dal Popolo.
    Potrei fare altri esempi: Pensiamo a tutte le leggi berlusconiane tutte in vigore mai messe in discussione da Lega e Fratelli.
    Io vedo che aumenta Povertà ed emarginazione, e la politica ci propina il faccione del Matteo nuovo messia e della Giorgia profetessa vincente.
    Se bastassero loro due a riempire il piatto… ma non è così:BLA BLA BLA ma anche oggii debito pubblico sale evvai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.