Roma-Lido, guasto al treno: passeggeri scendono sui binari per protesta.

di Redazione. Linea Roma-Lido, continui disagi per i pendolari di una tratta da ‘terzo mondo’ che dovrebbe collegare la Capitale d’Italia al mare e che ogni giorno trasporta migliaia di passeggeri che devono raggiungere il posto di lavoro, la scuola, l’università o un ospedale.

Ma stavolta l’ennesimo guasto al treno, ha provocato la rabbia dei pendolari che non ne possono più dei continui disagi della Roma-Lido. Chi doveva prendere quella tratta, non ha trattenuto la propria rabbia, inscenando una giusta protesta. I pendolari, infatti, hanno invaso i binari, manifestando così tutto il loro disappunto. Nonostante la pericolosità del gesto, i pendolari sono riusciti nel loro intento: bloccare il traffico ferroviario in entrambi i sensi.

Un attimo prima della protesta, gli stessi pendolari, erano stati invitati a scendere da un convoglio fermato da un guasto. L’ennesima giornata persa, per colpa dell’Atac ha fatto esplodere la rabbia. Secondo l’Atac la ripresa della circolazione dei convogli è stata rallentata anche da un intervento di soccorso ad un passeggero messo in atto dal 118. Per sgomberare i binari è intervenuta la polizia. Ma la gente è stanca di questo andazzo e non ne può più: “Siamo rimasti fermi per oltre mezz’ora – racconta uno dei malcapitati passeggeri  – ora siamo ripartiti cambiando il binario, ma il treno è strapieno, stiamo uno sull’altro.  E come al solito farò tardi al lavoro… e mi toccherà recuperare il ritardo, è assurdo. Ci fanno viaggiare peggio delle bestie!”.

Ma se la Roma-Lido piange, il resto del trasporto pubblico della Capitale non ride!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.