Radical chic 2.0/Comunisti col Rolex. Cuore a sinistra e portafogli a destra.

di Redazione. C’è una certa stampa e una altrettanto certa tv, rigorosamente sinistroide, che monopolizza l’informazione e che gufa per l’attuale governo giallo-verde sin dalla suo primo vagito, facendo ‘spudoratamente’ il tifo per un prossimo esecutivo Pd-5stelle, magari subito dopo le elezioni europee!

Il problema è che non si ‘gioca’ ad armi pari, nel senso che l’informazione è pilotata dai ‘sinistri’, giacchè giornalisti, scrittori, intellettuali, registi e conduttori di talk show sono tutti di quella parte. Cosicché l’altra parte, quella degli italiani che chiede ordine, pulizia, disciplina e rispetto delle regole, pur essendo maggioritaria, soccombe a quella dell’informazione che, con la ‘puzza sotto il naso’, la tratta con disprezzo bollandola come ‘fascista’ e ‘razzista’.

Tali sinistri – che si credono, in maniera del tutto autoreferenziale, i garanti della giustizia, i custodi della democrazia, i paladini della verità assoluta, della libertà di espressione e di stampa, salvo quando a pubblicare un libro è un editore di destra – mettono al bando il fascismo e l’estrema destra di CasaPound, ma strizzano l’occhio al comunismo e all’estrema sinistra di Rifondazione Comunista!

Ebbene, costoro sono i cosiddetti ‘buonisti’, o meglio i ‘buoni a nulla’, visto e considerato i disastri che hanno combinato quando sono stati chiamati al governo del paese. Disastri stigmatizzati dagli elettori italiani dal 4 marzo dello scorso anno fino ad oggi e molto probabilmente anche alle prossime elezioni europee!

Insomma, ‘buoni’ sì, ma con le tasche degli altri. Sono favorevoli all’immigrazione, simpatizzano per i rom, sono convinti che la ‘diversità’ sia una ricchezza, e forse per loro una ricchezza lo è per davvero dal momento che ne traggono lauti alimenti, senza se, ma con un ‘MA’ grosso come una casa: ‘MA’ a patto che accoglienza e integrazione non avvengano nei pressi di casa loro.

Insomma, questi sono i cosiddetti “Radical chic 2.0”, i “Comunisti col Rolex”, ovvero coloro che hanno “il cuore a sinistra e il portafogli a destra”. Gente che predica bene e razzola male. Un po’ come  faceva quel curato di campagna che dal pulpito predicava l’astinenza e la povertà, ma che poi in canonica non rinunciava a nessuno dei piaceri della vita!

6 commenti su “Radical chic 2.0/Comunisti col Rolex. Cuore a sinistra e portafogli a destra.

  1. Da sempre contario ai totalitarismi sia di destra che di sinistra. Da sempre a difesa della libetà, della democrazia e della nostra Patria.

  2. Comunismo e Fascismo pari sono, perchè gli estremi si toccano! W la libertà. W la democrazia. Abbasso le dittature e i regimi di ogni colore!

  3. Cara redazione, questo è un post che non dice nulla di concreto, lo avrei potuto usare io al contrario. Mi sembra proprio una fake news. Lo avete fatto proprio oggi che sono uscite notizie inerenti a Facebook dove sono state chiuse delle pagine che erano delle fabbriche di notizie false a favore di Lega e M5S .
    un saluto roberto b

    1. Non sono solita prendere le difese di nessuno, ma la tua caro roberto b è una mera provocazione. Non sarai mica un sinistro!? Non ti sarai mica offeso!?

    2. Caro roberto b, allora fallo, usalo pure al contrario…. questo è un paese ancora libero nonostante i tanti nostalgici della Falce&Martello!!! Facci sentire cosa hai da dire, invece di nasconderti dietro dei banalissimi luoghi comuni!!!

    3. Gufi e Rosiconi, insomma i sinistri, hanno in mano il monopolio dell’informazione, ma nonostante questo non ce la fanno a risalire la china e restano a pascolare nei bassifondi del consenso popolare. La gente reclama ordine, puliizia e disciplina e lroro la tacciano di fascismo: male, male, male….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.