Crea sito

Piange il telefono… di “Giuseppi”.

di Redazione. Piange il telefono di Giuseppe Conte… manco ‘na telefonata m’hanno fatto!

Trump alza il telefono  – non per chiamare ‘Giuseppi’ al quale al massimo potrebbe ordinare una pizza e ‘na biretta – e parla con la cancelliera Angela Merkel, grande tessitrice della conferenza di Berlino, confermando che gli Stai Uniti ci saranno.

Gli Usa hanno deciso di essere presenti alla conferenza sulla Libia prevista domenica prossima a Berlino con il segretario di stato Usa Mike Pompeo e il consigliere per la sicurezza nazionale Robert O’Brien.

Putin alza il telefono – non per chiamare Conte che ‘conta’ come il due di picche – e parla con la cancelliera tedesca Angela Merkel dell’iniziativa di Berlino, della crisi libica e della sicurezza in Medio Oriente.

Chi ha ancora bisogno di altre prove per dire che la Germania detta legge in Europa e che noi italiani siamo la Cenerentola della UE e del mondo intero, alzi la mano e poi vada a farsi curare non da uno qualsiasi, ma dal migliore!

3 Risposte a “Piange il telefono… di “Giuseppi”.”

  1. Ogni sera su RETE4 c’è alle 20.30 una trasmissione politica: Sempre gli stessi politici ed opinionisti.
    Parole, tesi, antitesi poi tutti a casa in attesa.
    L’Italia è zeppa di parlatori e predicatori politici, mancano i FACITORI coloro che fanno.
    Come possiamo essere presi sul serio quando in TV certe facce di bronzo che all’estero nessuno vorrebbe. Il paggio del peggio da noi ha successo:La preparazione e la serietà in politica italiana sono d e t e s t a t i 🙁 🙁 🙁

    1. Cara Vilma, a proposito di talk show politici…. hai notato che dalla Gruber ci vanno solo quelli di sinistra e che ormai i giornalisti intervistano i giornalisti?
      Insomma, in questo strano paese gli intervistatori di mestiere si intervistano tra di loro. ti sembra e vi sembra normale?

  2. GIUSEPPI è l’immagine della pochezza della nostra classe politicam screditata che pensa solo a mantenere la poltrona, a mio avviso sono tutti ma tutti uguali:i fatti lo dimostrano 🙁 🙁 🙁

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.