Nel tradimento ciò che fa male è la complicità.

di Francesco Alberoni. Perché anche un solo incontro sessuale dove non è affatto in gioco l’amore viene lo stesso considerato tradimento? Chi lo ha fatto ha l’impressione che sia una cosa da nulla, ma chi l’ha subito lo considera un atto gravissimo, imperdonabile: perché? Perché anche il semplice atto sessuale è la violazione di un tabù.

Quando due hanno fatto l’amore insieme, si sono spogliati, si sono mostrati nudi, abbracciati, baciati, hanno offerto all’altro il corpo, senza alcun freno. Ciascuno ha lasciato all’altro libertà di accesso ad ogni più riservata e segreta parte. Una volta iniziato il rapporto sessuale, si apre lo spazio ai desideri più capricciosi, vengono istantaneamente eliminati tutti i tabù e i freni. L’erotismo si esprime in percorsi naturali ma incredibili.

In sostanza essi si sono permessi dei gesti che prima, da estranei, erano proibiti. Se io per strada tocco il seno o il sedere ad una donna posso venire arrestato per molestie sessuali. La stessa azione invece è perfettamente lecita nel rapporto sessuale volontario. Coloro che lo fanno ne sono consapevoli. Per trovare una espressione che indica il loro nuovo tipo di rapporto, diciamo che hanno compiuto una infrazione, infranto le regole che valgono volontariamente e reciprocamente.

Questa violazione, nel linguaggio corrente fra due sposati o due amanti, viene considerato «tradimento». Il tradimento non nasce solo dal venir meno ad un impegno di esclusività sessuale. Se i due fanno l’amore perché ubriachi o drogati, l’atto può anche non essere vissuto come tradimento. Lo diventa se è volontario, perché crea un rapporto di complicità. Anzi possiamo dire che il singolo gesto erotico che conta è l’infrazione voluta insieme che modifica il rapporto.

Ora domandiamoci: dopo aver fatto tutte queste cose insieme, le due persone sono rimaste nello stesso tipo di relazione che avevano prima del loro incontro o sono cambiate? Sono cambiate perché, sia pure per un breve periodo di tempo, hanno abbattuto le barriere sociali e morali. Non è detto che lo facciano ancora, ma d’ora in poi possono farlo più facilmente.

È questa complicità che viene vissuta come tradimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.