Crea sito

L’Italicum? Una “porcata” che piace alla maggioranza dei nostri parlamentari.

()
Buona la prima. Matteo Renzi ottiene la fiducia sull’Italicum e il suo governo resta. Dalla Camera è arrivato il primo sì sui tre voti di fiducia posti dall’esecutivo. Sono 38 i deputati del Pd che non hanno votato, tra cui anche Bersani e Letta. Il premier dopo il voto twitta: “Grazie di cuore ai deputati che hanno votato la prima fiducia. La strada è ancora lunga ma questa è #lavoltabuona”. Sembra di assistere all’election day berlusconiano, quando l’uomo di Arcore stravinse le elezioni ma se poi il giorno dopo chiedevi in giro nessuno ammetteva di averlo votato! Idem Renzi. A nessuno piacciono i suoi modi poco “dialoganti”, a quasi nessuno piace l’Italicum, ma poi alla fine ottiene la fiducia a governare fino al 2018.
Insomma, Renzi potrà non essere simpatico e gradito a tutti, ma è un politico di razza che sa d’inciuci e intrallazzi tanto bene che se non avesse già avuto in tasca i voti della fiducia non avrebbe mai rischiato la poltrona. E poi il balletto degli “oppositori” che abbaiano, ma non mordono pur di arrivare a fine legislatura. E al popolo? Al popolo che alle ultime consultazioni elettorali è rimasto per più della metà degli aventi diritto religiosamente lontano dalle urne, non gliene può fregare di meno di come si vota alle prese com’è con stipendi e pensioni da fame, un regime fiscale che continua a mordere la carne viva dei “soliti fessi” e un jobs act che invece di creare posti di lavora incrementa l’indice record della disoccupazione. Insomma, è pensiero comune che, Italicum o no, a decidere siano sempre “lorsignori” e che il popolo sovrano sia una stortura della Costituzione alla quale il buon Matteo, ne siamo certi, saprà porvi rimedio!

Vota questo post

Ci dispiace che questo post non ti sia piaciuto!

Cerchiamo di migliorare questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.