Crea sito

L’imbarazzante gara dei partiti italiani a schierarsi a favore delle incursioni israeliane.

di Agostino Spataro. Un’esibizione forzata, competitiva (perché?) – ieri sera sul TG1- che acutizza lo scontro in atto a Gerusalemme e a Gaza e contrasta con i sentimenti di giustizia e di pace del popolo italiano.
Una svolta unilaterale assai in contrasto con la tradizione della nostra politica estera e con la dignità politica dell’Italia repubblicana che – come si potrà vedere dal dossier e dalle foto – é stata di ampia solidarietà con la giusta causa del popolo palestinese. Almeno fino alla morte, ancora non chiara, del Presidente dell’Olp, Yasser Arafat, come si può vedere dalle immagini pubblicate qui sotto, che mostrano i diversi leader della nostra prima repubblica, come De Mita, Craxi, Berlinguer, Andreotti, Berlusconi, Scalfaro,  a colloquio con Arafat e altri  dirigenti  di Olp.

Ci tengo a ribadire che l’Italia democratica non era contro i diritti legittimi d’Israele, ma a favore del diritto, non rispettato, violato del popolo palestinese ad avere una patria e uno Stato sovrani, come sancito da diverse risoluzioni dell’Onu, in base alle quali ci devono essere due popoli e due Stati, entro i confini decisi nel 1947.

Chi viola queste decisioni se ne assume le responsabilità morali e politiche.
Ancora sperando che la ragione e il senso di giustizia prevalgano all’interno delle leadership dei Paesi che davvero contano (da cui l’Italia di oggi si é autoesclusa), invio a tutti un fraterno saluto di Pace, anche a nome di mio Padre che, da non ebreo, si fece 2 anni di lager nazista in Germania per essersi rifiutato di combattere sotto i comandi degli eserciti nazifascisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.