La Flat tax è la grande scommessa di Matteo Salvini.

di Redazione. Sì va bene la sicurezza, l’immigrazione, la Tav, e compagnia cantando, ma la Flat Tax è la grande scommessa di Matteo Salvini.
Su questa manovra economica la Lega si gioca tutto!
Il leader del Carroccio, infatti, punta tutte le fish incassate con il voto di domenica scorsa, sulla ‘tassa piatta’ al 15% per imprenditori, commercianti e autonomi!

‘Pagare meno, per pagare tutti’, una rivisitazione del principio ‘Lavorare meno, per lavorare tutti’, una utopia rimasta tale, dacchè non ha mai trovato attuazione pratica.

Pertanto, lo ‘choc fiscale’ che la Lega vorrebbe imprimere al Paese con la ‘tassa piatta’, per far ripartire l’economia e rimettere in moto la macchina Italia, è una scommessa difficile da vincere sia per il tessuto sociale che andrebbe ad incidere, sia anche perché andrebbe a cozzare contro il dettame costituzionale della progressività del sistema tributario italiano e della capacità contributiva.

Ma poi, è nelle corde di questo governo (Lega – M5S) abbassare la pressione fiscale per assicurarsi un maggiore gettito?

Non sarebbe più opportuno, considerata la contingente situazione economica che vede il nostro paese con il debito pubblico più alto d’Europa, il Pil in agonia e lo Spread in rialzo, passare prima all’incasso di quanto dovuto con controlli e sanzioni più stringenti per stanare chi attualmente evade o elude il fisco per una cifra pari a 5 manovre finanziarie, e soltanto dopo pensare di alleggerire la pressione fiscale?

In un paese di ‘furbacchioni’ come il nostro, è o non è un ‘azzardo’ scommettere che diminuendo la pressione fiscale anche a chi non ha mai versato un solo soldo all’erario, si posa recuperare quel sommerso nel quale scialano allegramente molti dei nostri connazionali?

E soprattutto, perché chi oggi come oggi è un “fantasma” per il fisco, dovrebbe improvvisamente assumere le sembianze, in carne ed ossa, del “contribuente onesto”, solo perché lo Stato gli abbasserebbe l’aliquota Irpef di una manciata di punti?

Ma ognuno è libero di fare le scelte e le scommesse che vuole. Salvini pensa che una macchina sfasciata come quella italiana possa rimettersi in moto solo con la flat tax, senza prima passare dal meccanico? Bè, Auguri!

Intanto i “soliti fessi”, lavoratori dipendenti e pensionati, continuano a pagare anche per i “furbacchioni del quartierone” e si mettono in coda per pagare il prossimo salasso ‘Imu-Tasi’!

3 commenti su “La Flat tax è la grande scommessa di Matteo Salvini.

  1. Trenta miliardi di euro, questa è la proposta documentata centesimo per centesimo che siamo pronti a portare in Consiglio dei ministri e in Parlamento studiata dagli economisti della Lega per la riduzione fiscale, la ‘tassa piatta’ sui redditi delle imprese e delle famiglie almeno fino a 50mila euro. La priorità è la riduzione delle tasse. Non tasseremo la casa, non tasseremo i conti correnti e non aumenteremo l’Iva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.