La Casta chiusa dentro il Palazzo. La Gente a manifestare in Piazza.

Immaginedi Redazione. Dentro il Palazzo la CASTA incollata alle poltrone. Fuori nella Piazza il POPOLO Italiano che chiede elezioni subito. Come promesso oggi, il giorno della Fiducia al governo gialloRosso, Meloni-Salvini-Toti scendono in Piazza per manifestare il loro dissenso al neonato governo, frutto dell’ennesimo inciucio di Palazzo!

Lo sventolio di tanti tricolori, l’inno di Mameli e uno slogan che campeggia sulla piazza: “In nome del popolo sovrano, no al patto della poltrona”. A Piazza Montecitorio migliaia di persone manifestano contro il governo che oggi chiede la fiducia alla Camera. La manifestazione è stata organizzata da Fratelli d’Italia, ma hanno aderito anche Lega e “Cambiamo”, il movimento di Giovanni Toti che si è staccato da Forza Italia, che invece ha preferito disertare la Piazza!

Non ci sono bandiere di partito, anche se non è mancato qualche saluto romano. “Renzi, Di Maio, fuori dai coglioni, il popolo vuole libere elezioni”, scandiscono i manifestanti chiedendo “Elezioni subito contro i ladri di poltrone”. E ancora: “Bibbiano, noi non dimentichiamo!”, “Voce al popolo sovrano, ridateci l’Italia!”.

Bagno di folla per il leader della Lega Matteo Salvini. Manifestanti ed elettori lo seguono nel tragitto tra piazza Montecitorio e piazza Capranica dove c’è lo schermo della manifestazione. Salvini concede selfie e strette di mano. “Non mollare, Matteo, non mollare!”, gli gridano i sostenitori. La presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che ha indetto la manifestazione di protesta,  è al fianco di Salvini e dal palco dichiara: “Oggi avremmo potuto riempire piazza del Popolo per quanti siamo, altro che queste piazze!”.

Meloni replica quindi a chi aveva detto che ci sarebbero state poche persone in piazza anche “perché è lunedì, giorno di chiusura dei parrucchieri”: “Allora siamo tutti parrucchieri – ribatte – abbiate rispetto di un popolo che si ribella”.  “Con Giorgia”, assicura il leader della Lega, “lavoreremo per allargare. Bisogna allargare includendo milioni di italiani”, osserva. In piazza con i due leader c’è anche il governatore della Liguria, Giovanni Toti, mentre i parlamentari di Forza Italia hanno scelto di fare opposizione al nuovo governo Conte dentro le Aule parlamentari.

“Qualcuno mi ha detto: E’ una piazza eversiva. Mamma mia come siete pericolosi… Sicuramente è diversa perché siamo a volto scoperto, poliziotti e carabinieri sorridono con noi, non è la piazza di centri sociali e di zecche”. Così Matteo Salvini dal palco contro il governo Conte bis e aggiunge: “Se proveranno a cancellare quota 100 e a tornare alla Legge Fornero, non li facciamo uscire da quel palazzo. Se proveranno a riaprire i porti, i porti li chiudiamo noi perché in Italia non si entra senza permesso”.

4 commenti su “La Casta chiusa dentro il Palazzo. La Gente a manifestare in Piazza.

  1. Contebis sarà un governo bellissimo, un’Italia riformata, digitale, equa, competitiva, solidale, perfetta. Una sola domanda: ma tutto ciò quanto costa? Dove si prenderanno le risorse?

  2. Mentre i golpisti asserragliati nella Camera dei Deputati ascoltano il programma illegittimo di Conte, che in pochi giorni è passato da Salvini a Boldrini come una prostituta qualunque, il popolo assedia Montecitorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.