Crea sito

Juventus, sempre più in alto!!!

La Juve vola in vetta e riacciuffa il primato superando la Lazio al termine di una gara batticuore grazie a un gol su punizione del suo capitano, Alex Del Piero, e resta prima in classifica con un punto di vantaggio sul Milan. I bianconeri creano un’infinità di occasioni e la Lazio deve ringraziare Marchetti e la sua difesa se il risultato resta in bilico fino al 35′ del secondo tempo. La mossa però la azzecca Conte che chiede a Del Piero l’ennesima prodezza e viene accontentato. Il capitano ci mette dieci minuti a prendere le misure e a battere Marchetti su punizione. Il portiere della Lazio mette forse male la barriera, non vede partire la palla e Del Piero lo beffa con un tiro liftato che Marchetti vede all’ultimo. La Lazio ha fatto ciò che poteva resistendo finch’è ha potuto, ma la classe non è acqua, ma ha nome e cognome: Alessandro Del Piero! E’ lui, l’idolo del popolo bianconero, l’uomo che ancora una volta lascia il segno, con una punizione di rara precisazione che da’ alla Juve il 2-1 contro una Lazio ‘catenacciara’ permettendo alla squadra di Conte di riportarsi a +1 sul Milan. Un gol decisivo nell’economia della partita, ma forse anche del campionato. Perchè quando sembrava che la Juve soffrisse di nuovo di ‘pareggite’, ci ha pensato il suo vecchio capitano ad evitare il controsorpasso Milan. Il gol giusto al momento giusto, eccolo il graffio del campione. Esempio di professionalità ed attaccamento alla maglia, Del Piero, che festeggia nel migliore dei modi la sua partita numero 700 con la casacca bianconera, si sta rivelando ancora una volta decisivo, facendo aumentare i rimpianti in tutti quei tifosi della Vecchia Signora, che sono la maggioranza, che non vorrebbero lasciarlo partire: ”Io sto bene di testa e di gambe, e penso alla prossima partita”, si è limitato a dire il n.10!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.