Crea sito

Il bonus di 600 euro agli autonomi che ovviamente non mi è mai arrivato! di Yvan Rettore

()

di Yvan Rettore. Ero indeciso se presentare la richiesta del bonus di 600 Euro per gli autonomi perché essendo incaricato l’INPS del pagamento ero sicurissimo che non mi sarebbero mai arrivati.
E infatti come previsto finora non mi è arrivato proprio nulla.
Però quando si è trattato di esigere denaro da me, l’INPS è stato molto tempestivo dimostrando una solerzia davvero notevole.
E questo anche quando (spesso e volentieri) nulla gli era dovuto.
Non faccio una colpa a Conte (è illusorio pensare di poter mutare la struttura inefficiente di uno Stato in pochi mesi) ma alla burocrazia dominante che ancora esiste nel nostro Paese e che abbiamo ereditato praticamente in modo integrale dal fascismo.
Con l’avvento successivo della partitocrazia e della lottizzazione degli enti pubblici tipici dell’Italia repubblicana, la burocrazia oggi è diventata un golem che strozza lo sviluppo sociale ed economico dell’Italia e che costa una fortuna all’insieme della collettività.
Perciò ogni volta che ho dovuto pagare soldi all’INPS, ho sempre avuto l’impressione di buttarli dalla finestra perché sono assolutamente consapevole che mi tornerà indietro solo una piccolissima parte di quanto versato.
Sempre che riesca a vivere fino ad allora ovviamente.
Quante cose avrei potuto fare e quanti sogni realizzare con tutti quei soldi frutto di tante rinunce e sacrifici!
E anche costruirmi una vecchiaia su basi ben più solide e interessanti rispetto a quanto viene ormai prospettato in questo Paese ai futuri pensionati come me.
Per fortuna essendo anche svizzero non dovrò dipendere completamente da un carrozzone così inefficiente e vorace come appare oggi l’INPS.

Vota questo post

Ci dispiace che questo post non ti sia piaciuto!

Cerchiamo di migliorare questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.