Giornata mondiale contro la pena di morte.

La pena di morte è da cancellare ovunque e comunque, senza se e senza ma. Almeno in questo l’Europa è unita. “L’opposizione alla pena di morte è uno dei valori più forti che unisce i cittadini dell’Unione europea”. Lo ha detto il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz in occasione della giornata mondiale contro la pena di morte. “Quando le esecuzioni sono effettuate – ha spiegato Schulz – non vi è alcuna possibilità di rivedere una sentenza in un processo se emergono nuovi elementi. Neanche i sistemi giudiziari più efficienti ed equi sono esenti da errori. Mi rammarico del fatto che la Bielorussia sia l’unico Stato europeo che ricorre ancora alla pena capitale. E’ un ulteriore esempio di quanto Lukashenko sia riuscito a isolare la Bielorussia dal resto della comunità internazionale”. Schulz ha indicato che è una buona notizia che “più di due terzi dei paesi al mondo hanno abolito la pena di morte” e si è congratulato con “Dannel P. Malloy, governatore dello Stato del Connecticut negli Stati Uniti per la firma quest’anno della legge che abolisce la pena di morte”. “Il Parlamento europeo – ha ricordato Schulz – è stato, e continuerà ad essere, in prima linea nella lotta per l’abolizione della pena di morte in tutto il mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.