Crea sito

Dovremo chiamarla “Ex Italia”?

()
di Bianca Maria Catanese. Certamente sono molto delusa dal M5S. Avrei voluto poter vedere un governo a guida Bersani con la fiducia del movimento. Grillo & co. hanno detto di no. Grillo ha detto che chiunque ha dato il voto al movimmento sperando in un “inciucio” di questo genere, ha sbagliato a votarlo. Confesso: sono parzialmente colpevole, il mio voto per la camera l’ho dato proprio al movimento con questa speranza/illusione. Ma che cosa vuole Grillo? Lo so: vorrebbe mandare i professionisti della politica a casa perchè sono tutti colpevoli, o per ignavia o per mero interesse, in quanto hanno portato l’Italia a questo punto. Giustissimo e se solo si avesse un pizzico di onestà si dovrebbe ammettere che questa è una tragica verità. Ma il fatto è che l’elettorato del M5S, pur essendo cresciuto a dismisura in un batter d’occhio, non ha i numeri sufficienti per governare da solo… oltre al fatto che ancora oggi non si conosce la persona che avrebbe dovuto ricoprire la carica di PdC, le persone a cui sarebbero stati affidati i vari ministeri…. tutto a scatola chiusa, dunque. Questa politica portata avanti da Grillo, Casaleggio e M5S, sta riuscendo, fino ad ora, un po’ fallimentare, se risponde al vero che nei sondaggi il movimento è calato del 2% e che sarà destinato a calare ulteriormente dal momento in cui è ritornato in campo il “famigerato” cav. L’idea di Grillo & co. forse era quella di pretendere un’alleanza PD/PdL, per lasciar loro modo di strozzarsi a vicenda e poterli così seppellire. Ma, guarda caso, la grande coalizione era quella “pretesa” anche dai montiani. Ci sarebbe da pensare su questa conformità di idee tra Monti e Grillo, anche se con intenti diversi… In effetti chi si sta stropicciando le mani per questo impasse è il PdL che sembra crescere nei sondaggi, superando lo stesso M5S. Sembrerebbe che, anche con il PdL, Grillo abbia qualche punto in comune: andare subito al voto e spiazzare il PD, che risulterebbe perdente. Ma il M5S sembra avere anche qualche idea in comune con la Lega: niente governo dei tecnici, uscita dall’euro, e non so che cosa Grillo e Casaleggio pensino della macroregione di leghiana memoria… Degli altri “vecchi” partitini, tutti là messi a cercare di sgranocchiare qualche soldino ai contribuenti italiani, meglio non parlarne… è già abbastanza triste sapere che c’è gente che li vota, piuttosto che lasciarli affogare. Un pensierino a parte merita il PD. L’ho detto, l’ho reiterato, l’ho straripetuto… di troppa democrazia, all’interno dei partiti, si muore. Ognuno dei capi ha una ricetta personale, anche quando dicono di esserne usciti. Troppe voci, troppo rumore per nulla…. Ma il PD certamente non morirà o almeno non morirà alle prossime elezioni… si limiterà a riposizionarsi nel ruolo e nei posti ad esso più congeniali: l’opposizione… è quello che sa fare bene. Chi ha mai visto gli eletti piddini scalpitare dal loro posto, pretendendo di far cadere un governo? Si potrebbe dire che la vera opposizione ai vari governi che gli si sono avvicendati, quelli del PdL, l’abbiano fatto più i giornali di sinistra che i parlamentari, appigliandosi a tutti gli scandali e scandaletti, attaccando duramente le leggi ad personam approvate con la fiducia. Questi giochini che giovano ai leader dei vari partiti e ai loro eletti, possiamo dire oggi, compreso il M5S, stanno finendo per distruggere gli Italiani e la nazione Italia. Dovremmo anche ringraziarli?

Vota questo post

Ci dispiace che questo post non ti sia piaciuto!

Cerchiamo di migliorare questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.