Crea sito

Coronavirus, oltre mille morti. La Cina annuncia possibile vaccino.

di Redazione. Il governo cinese rende noto che il bilancio dei morti per il Coronavirus è salito ad oltre 1000. Ma la Cina dopo lo stop imposto dalla “quarantena” riprende a camminare: riaprono le scuole e gli uffici nella capitale cinese e aumenta la frequenza di partenza degli autobus e dei treni della metropolitana, limitando il numero di passeggeri durante le ore di punta e migliorando la disinfezione per arginare il focolaio di polmonite da Coronavirus, tutto ciò sarà una cartina di tornasole per misurare la diffusione del contagio.

Il numero di vittime, secondo le autorità, è arrivato a 1.011, dopo che nella provincia di Huberi, epicentro del virus, sono morte altre 103 persone. Secondo la commissione sanitaria di Hubei inoltre, vi sono altri 2.097 casi di contagio di coronavirus.

E intanto la Cina ha iniziato la sperimentazione sui topi di un primo possibile vaccino contro il nuovo coronavirus 2019-nCov. Lo riporta l’agenzia cinese Xinuha citando il portale locale yicai.com che riporta varie fonti del Centro cinese per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC). “Alcuni campioni del possibile vaccino sono stati iniettati ieri a oltre 100 topi”, si legge, ricordando che “i test sugli animali avvengono in una fase molto precoce dello sviluppo di un vaccino e che ancora molti passi dovranno essere fatti prima che sia pronto per la somministrazione agli esseri umani”.

 Il coronavirus può rimanere infettivo sulle superfici degli oggetti a temperatura ambiente fino a 9 giorni. In compenso non è molto resistente e bastano detergenti a base di candeggina o disinfettanti a base di alcol o acqua ossigenata per ucciderlo. A far luce è una revisione di studi, pubblicata sul Journal of Hospital Infection. Il periodo di incubazione del coronavirus potrebbe estendersi fino a 24 giorni, 10 in più di quanto indicato fino ad ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.