Ci mancava pure la variante Omicron. Il virus muta, ma il vaccino rimane sempre lo stesso!?

Tutto il mondo teme l’avanzata della variante Omicron del Covid-19 che, in pochi giorni dalla sua scoperta in Sudafrica, ha già valicato i confini di diversi continenti, dall’Europa all’Australia, arrivando fin qui da noi in Italia. E lo spettro di un’ennesima accelerazione della pandemia sta facendo tornare restrizioni e confini blindati che si sperava fossero stati archiviati dopo l’annus horribilis del 2020.

Ma alla variante Delta se ne aggiunge un’altra, quella Omicron di cui non si sa ancora nulla, se non che viene dal Sudafrica e che è più contagiosa della precedente.

Insomma, il virus muta, ma i vaccini che ci inoculano – terza dose compresa – sono sempre quelli dei tempi di Wuhan studiati e concepiti due anni fa su quel modello e mai aggiornati.

Ora, sperando di non dover sciorinare tutto l’alfabeto greco per dare un nome alle diverse varianti del virus, dobbiamo ancora fidarci di quanto ci hanno detto sino ad oggi sui vaccini, ovvero che, a dire delle varie comunità scientifiche e organizzazioni sanitarie mondiali, sarebbero efficaci sempre e comunque, anche contro le varianti?

Insomma, questi vaccini – ormai vecchi e datati – sono per davvero in grado di preservare dai contagi o vengono impiegati perchè devono venderci le scorte e fare business sulla nostra pelle?

Il dubbio nasce spontaneo persino nei SìVax più convinti e già in lista d’attesa per la “Terza Dose”, anche perchè le risposte della comunità scientifica – che balbetta sull’argomento – non sono del tutto convincenti e rassicuranti e il ritornello che intonano è sempre lo stesso: i vaccini non coprono al 100% dalle varianti, ma evitano di contrarre la malattia in forma grave e di finire in terapia intensiva o peggio ancora al camposanto.

Ma non sarebbe ormai tempo di mettere a punto un vaccino più attuale e aggiornato alle varianti? E se è vero come è vero che siamo in balia di una pandemia, perchè i G7, i G20, i G100, i padroni del pianeta terra, i globalizzatori del mondo non azzerano i costi dei vaccini – dopo che le case farmaceutiche hanno centuplicato per milioni di miliardi di euro i loro utili – per renderli fruibili a tutta la popolazione mondiale?

6 Risposte a “Ci mancava pure la variante Omicron. Il virus muta, ma il vaccino rimane sempre lo stesso!?”

  1. Ma sarà così tanti utile la TERZA DOSE?
    L’amministratore delegato di Moderna, Stephane Bancel, ritiene che i vaccini esistenti siano molto meno efficaci contro Omicron e a suo giudizio ci vorranno mesi prima che le aziende farmaceutiche possano produrre nuovi vaccini specifici per la nuova variante. Lo ha detto in un’intervista al Financial Times. Bancel ha spiegato che l’elevato numero di mutazioni di Omicron sulla proteina spike, che il virus utilizza per infettare le cellule umane, e la rapida diffusione della variante in Sudafrica, suggeriscono che i vaccini attuali potrebbero essere modificati il prossimo anno. “L’efficacia non può essere allo stesso livello avuto con la variante Delta”. È a detta dell’ad il parere di molti scienziati con i quali si è consultato, in attesa di dati più certi.

  2. Si è costituito uno dei due uomini che ieri sera hanno accoltellato un carabiniere durante una rapina in farmacia. Si tratta di un 16enne italiano che, ieri notte, ricercato in tutta Provincia, si è presentato al commissariato di Madonna di Campagna. È stato sottoposto a fermo dai carabinieri, che sono sulle tracce del complice. I due, ieri intorno alle 19, hanno fatto irruzione nella farmacia comunale di corso Vercelli 236 con una pistola scacciacani e un coltello.
    ECCO, ECCO, ECCO, ECCO, la quotidianità con la quale noi Torinesi dobbiamo fare i conti: Intere zone in mano alla criminalità. Coltellate, aggressioni, pestaggi da parte di baby gang: questa è la TORINO che deve attirare TURISTI, Manifestazioni.
    Le due emergenze: SICUREZZA e LAVORO, altro che bombardarci da mane a sera co sto COVID.
    Prefetto di TORINO la vedi la Città come è ridotta? Cosa si aspetta a ripulirla dalla delinquenza sia nostrana che di IMPORTAZIONE. Dobbiamo girare con manganelli e mazze da Baseball, per non farci massacrare?

  3. Il video che ho condiviso sopra è piuttosto importante e vi suggerisco di prendervi dieci minuti di tempo per vederlo tutto. Probabilmente molti di voi ricorderanno il dottor Andreas Noack, il medico tedesco che denunciò le misure repressive del regime della Merkel che perseguitava coloro che si disallineavano dalla falsa narrazione pandemica. Il dottor Noack subì un’irruzione da parte della polizia tedesca mentre era impegnato a trasmettere una delle sue dirette su YouTube. La polizia lo arrestò mentre stava parlando come se fosse il peggiore dei criminali o un pericoloso terrorista pronto a farsi esplodere. Ora il dottore è tornato a parlare e in uno dei suoi ultimi video spiega i letali effetti del grafene presente nei sieri sperimentali.

    Noack è un esperto del ramo dal momento che ha un dottorato di ricerca nell’area dei materiali in carbonio e ha lavorato per un’azienda leader mondiale in questo settore. Il dottore spiega praticamente che dentro il grafene esistono delle lame microscopiche invisibili all’occhio umano. Queste lame sono in grado di fare danni devastanti alla persona che riceve il siero e di ucciderla. Noack spiega che il motivo per il quale sportivi sani vaccinati stanno collassando sul campo da gioco è perchè agiscono sotto sforze e aumentano la pressione e la velocità di queste impercettibili micro-lame. Il dottore arriva chiaramente a dire che somministrare questo siero sapendo le sostanze che ci sono dentro e cosa fa all’organismo è un omicidio. Poco tempo dopo che il dottor Noack ha fatto questo video la sua compagna ha rilasciato un nuovo video nel quale afferma che il dottore tedesco sarebbe stato ucciso. Se questa informazione fosse definitivamente confermata, sarebbe l’ulteriore ennesima prova che dall’altra parte c’è una muta di assassini e criminali pronta ad uccidere non solo coloro che ricevono il siero ma anche coloro che ne denunciano i suoi micidiali effetti contro la salute pubblica.

  4. “Grazie alla variante Omicron, l’irresponsabile e disgustoso dibattito mediatico tra esperti del nulla ci rovinerà quest’ultimo scorcio di 2021”, tuona Zangrillo.

  5. Infiammano le polemiche sul fatto che l’italiano contagiato fosse vaccinato, ma si sottovaluta che di fatto è stato colpito in forma lieve proprio grazie alla vaccinazione.

  6. Finché i Paesi poveri del Mondo non avranno un buon tasso di vaccinazione anche i Paesi ricchi, e dunque l’Italia, ne pagheranno il prezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.