Crea sito

Champions League, Juventus agli ottavi.

()

di Redazione. Avanti così. La Juventus stacca con due turni di anticipo il biglietto per gli ottavi di Champions League e adesso la testa va solo al Campionato di Serie A dove ci sono da rimontare ben quattro punti alla capolista Milan.

All’Allianz Stadium di Torino, i bianconeri allenati da Andrea Pirlo hanno superato il Ferencvaros per 2-1.

La Juventus era partita male andando subito sotto di un gol al 19′ con l’albanese Uzuni che su cross dalla destra del norvegese Nguen alzato da una deviazione involontaria di Alex Sandro si è trovato la palla sui piedi e anticipando Cuadrado ha insaccato da distanza ravvicinata.

Poi al 35′ la Juventus ha trovato il pareggio con il solito Cristiano Ronaldo: al quarto gol consecutivo dopo quelli contro Lazio e Cagliari, l’asso portoghese ha ricevuto a pochi passi da Cuadrado, ha saltato secco Dvali e ha infilato il portiere con un sinistro all’angolino basso.

Secondo tempo decisamente più “in palla” per la Juve, grande occasione al quarto d’ora sul sinistro da fuori di Bernardeschi con grande deviazione sul palo del portiere Dibusz.

Poco dopo la mezzora nuovamente Juve vicinissima al gol del raddoppio e ancora un palo a salvare il Ferencvaros, stavolta colpito di sinistro da Morata su palla servita dall’altro neoentrato Chiesa.

A togliere le castagne dal fuoco alla Juve ci ha pensato il solito Alvaro Morata quando al 47′, in pieno recupero, ha messo di testa un pallone alle spalle del portiere, sul cross dalla destra di Cuadrado.

Una rete che oltre a regalare il successo permette ai bianconeri di poter restare in scia al Barcellona nella corsa al primo posto del girone.

Vota questo post

Seguici sui social media!

Ci dispiace che questo post non ti sia piaciuto!

Cerchiamo di migliorare questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

Freeskipper Italia

Freeskipper Italia - Il Social Network che fa opinione.

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.