Casini a Conte: “Fai subito una cabina di regia con le opposizioni per gestire la pandemia. Prima che sia troppo tardi”.

di Redazione. La curva del contagio cresce. Gli ospedali sono prossimi alla saturazione dei posti letti. La gente ha paura ad uscire di casa è spaventata per il ritorno della ‘bestia’ e il governo invita i cittadini a restarsene chiusi dentro casa non avendo altre soluzioni.

Ma non ce n’era certo bisogno, anche perchè gli italiani si stanno chiudendo in casa da soli!

Si va in ordine sparso per tutto lo Stivale. Così anche la regione Lazio dopo Lombardia, Campania e Piemonte ha firmato l’ordinanza di chiusura notturna.

L’Italia chiude piano piano e si avvicina lo spettro di un altro drammatico lockdown.

Il Governo è diviso e confuso tra chi vuole il lockdown subito e chi mai più. Il premier Conte è l’immagine personificata dell’imbarazzo, dell’impotenza, della litigiosità e della confusione che c’è nella maggioranza per aver perso il controllo dell’evoluzione del virus, per non aver fatto nulla di concreto nella pausa estiva che il Coronavirus ci ha concesso.

Tant’è che oggi la situazione è preoccupante e sta precipitando sia dal punto di vista sanitario che da quello economico. Forse sarebbe il momento propizio affinchè le migliori energie del paese abbandonassero le divisioni per fare fronte comune e cercare di superare l’emergenza con il minor danno possibile per la salute e per l’economia del paese.

La situazione peggiora, c’è caos. Ma Conte continua a voler fare tutto da solo, pur di apparire nelle conferenze stampa e trasformare l’emergenza in uno strumento di propaganda. Così però non si può andare avanti.

Lo dice chiaro e tondo Pierferdinando Casini, nel suo intervento al Senato dove prova a chiedere unità nazionale nella gestione della crisi: “Basta buttarsi la croce addosso uno contro l’altro. Presidente, credo che sia il momento di insediare un tavolo di consultazione permanente tra maggioranza ed opposizione vincendo le resistenze che inevitabilmente lei troverà nella maggioranza e nell’opposizione.

Chi ha più responsabilità istituzionale più deve fare di tutto perchè si realizzino queste condizioni, perchè sarà giudicato anche da questo, non si tratta di una consultazione formale. Il presidente del Consiglio deve chiudere i rappresentanti dell’opposizione in una stanza e coinvolgerli assolutamente.

Caro Professore, organizza in fretta una cabina di regia permanente con le opposizioni per gestire questa terza fase della pandemia. Non possiamo più permetterci lo spettacolo che abbiamo dato oggi in diretta nelle case e negli uffici di tutta Italia mentre arrivano dati molto preoccupanti dalle regioni e dalla Asl e gli italiani si stanno a poco a poco chiudendo in casa da soli”.

Una risposta a “Casini a Conte: “Fai subito una cabina di regia con le opposizioni per gestire la pandemia. Prima che sia troppo tardi”.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.