Crea sito

Caro Sallusti, non puoi chiedere a Salvini di resuscitare Forza Italia!

di Redazione. La fede di Alessandro Sallusti nei confronti di Forza Italia e di Silvio Berlusconi è ammirevole, quanto smisurata, quando scrive sulle pagine di Libero: “Salvini può farcela solo con una squadra in cui la componente moderata – al dilà del suo apporto numerico più o meno rilevante – non sia da lui ridotta a comparsa ma valorizzata in prima linea”.

Come scrive il Direttore, la “componente moderata” – alias Forza Italia – è gravemente malata, e la sua è una patologia di non poco conto. Una grave malattia riconducibile al declino del suo leader ormai ben oltre il tramonto e ad una classe dirigente che ad oggi non ha ancora saputo esprime una valida alternativa alla leadership dell’uomo di Arcore. Una malattia che è stata presa sottogamba e mai affrontata con cure mirate ed efficaci in grado di guarire il “malato”.

Ora rivolgersi a Matteo Salvini per “valorizzare in prima linea” Forza Italia è come chiedergli di emulare il miracolo della resurrezione di Lazzaro.

A parte il fatto che Matteo Salvini non è Gesù Cristo, nonostante il filo diretto che lo Lega alla Madonna non pensiamo che il buon Matteo abbia alcuna intenzione di rivolgere le sue preghiere alla Beata Vergine Maria affinchè interceda per rianimare chi potrebbe – una volta miracolato – ricacciarlo nelle retrovie del centrodestra.

La “componente moderata” – ammesso e non concesso che Matteo Salvini sia un ‘pericoloso rivoluzionario’, brutto, cattivo, razzista, fascista e nazista, come vorrebbero far credere i ‘sinistri’ – è stata ridotta a “comparsa” nella coalizione del centrodestra dal voto degli italiani che hanno dato le loro preferenze in primis alla Lega, quindi a Fratelli d’Italia e amarus in fundo a Forza Italia.

La “prima linea” reclamata dal carissimo Direttore – al quale porgiamo un affettuoso saluto – i ‘forzisti’ se la devono guadagnare sul campo, nella cabina elettorale, e non piatirla da Matteo Salvini!

______________________________________________________________________________________________

Risultati immagini per SALVINI LEGA PRIMO PARTITOCENTRODESTRA, DECIDE IL POPOLO. di Matteo Salvini. La Lega ha preso il 32% in Emilia Romagna e il centrodestra il 45%, è un risultato che non ha precedenti nella storia. Poi i rapporti sono buoni con tutti, li ho sentiti, li ho visti, Berlusconi, Meloni, Toti… E’ importante che una squadra abbia dentro tutti e che tutti abbiano grandi ambizioni e aspirazioni. Poi chi fa cosa lo decidono gli elettori. E’ chiaro che se in Emilia Romagna come a livello italiano gli elettori decidono che la Lega è il primo partito, noi rispettiamo la volontà degli elettori. Per me la sovranità appartiene al popolo, non alle segreterie.
E’ bello che si cresca tutti insieme ma poi la parola spetta al popolo, non ad altri.

9 Risposte a “Caro Sallusti, non puoi chiedere a Salvini di resuscitare Forza Italia!”

  1. Anche con le preferenze sarebbero sempre e comunque le segreterie dei partiti fa stilare le liste e gli elettori possono votare solo quelli che stanno nelle liste… quindi è il cane che si morde la coda!

    1. Scusa ma se io SCRIVO il nome del mio candidato sono io che SCELGO.
      Mentre oggi Tu puoi solo e solo scegliere il SIMBOLO, a mio parere dimentichi il piccolo particolare.

      1. Sì, ma ti fanno scegliere quello che LORO hanno messo in lista. Se tu vuoi votare Giacomo-TO, ma il partito con il quale vuole presentarsi non lo ha messo in lista… ti attacchi e tiri forte!!!!!!!

        1. Scusami Vale 88, ma se è come dici Tu perche:
          alle Comunali e regionali ci sono le preferenze? Perchè non le hanno tolte?
          Poniti la domanda. Buona giornata 🙂

          1. Forse non mi sono spiegata: quelle che tu chiami preferenze e che dici di votare alle comunali e alle Regionali, in realtà sono le persone scelte dai partiti. Tu quindi sei chiamata a dare la tua preferenza ad un uomo o ad una donna che è passata al vaglio di questa o di quella segreteria del partito per il quale si presenta. Se tu vuoi votare per Volpina-TO, ma non la trovi nella lista elettorale, la tua preferenza te la tieni in tasca!
            T’e capì?

  2. Non dimentichiamo che ancora oggi il I°Partito è il NON VOTO.
    I problemi del Paese sono in attesa di soluzione, in primis il Debito Pubblico.
    La gente è sfiduciata, molti non sanno più a che santo rivolgersi.
    Se non si procede subito a:Dimezzare Dimezzare Dimezzare il Parlamento e ad introdurre il Referendum Propositivo, è difficile cambiare. Mille parlamentari per 60milioni di persone sono un lusso che l’Italia non si può più permettere.
    Che Vinca Salvini o la meloni:il potere di acquisto di retribuzioni e pensioni è fermo al 1982.

    1. La gente è sfiduciata ma grazie alle Sardine è tornata prima in piazza e poi a votare. Il Non Voto può andar bene una tantum, ma alla fine bisogna SCEGLIERE!

  3. La Lega ha preso il 32% in Emilia Romagna e il centrodestra il 45%, è un risultato che non ha precedenti nella storia. Poi i rapporti sono buoni con tutti, li ho sentiti, li ho visti, Berlusconi, Meloni, Toti… E’ importante che una squadra abbia dentro tutti e che tutti abbiano grandi ambizioni e aspirazioni. Poi chi fa cosa lo decidono gli elettori.
    E’ chiaro che se in Emilia Romagna come a livello italiano gli elettori decidono che la Lega è il primo partito, noi rispettiamo la volontà degli elettori. Per me la sovranità appartiene al popolo, non alle segreterie. E’ bello che si cresca tutti insieme ma poi la parola spetta al popolo, non ad altri.

    1. La sovranità appartiene al POPOLO, ma senza le preferenze in Parlamento entrano quelli che mettono nel collegio giusto le segreterie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.