Cari amici miei, no-vax, no-pass, non è il vaccino il nemico della nostra libertà!

di Giuliana R. Cari amici miei, no-vax, no-pass,

io non mi sento affatto sotto botta di una dittatura sanitaria, non mi sento affatto minacciata nelle mie libertà da un eventuale obbligo vaccinale e neppure dal green pass, tutt’altro! Mi sento maggiormente garantita e protetta e insieme a me tutti i miei familiari.

Le mie libertà le vedo calpestate tutti i giorni da ben altri strumenti più coercitivi di quelli anti-covid, che poi – dati alla mano – riducono contagi, malati e morti.

Io mi sento minacciata ogni giorno nelle mie libertà dal fatto che quando vado a votare, dopo le elezioni a governare il paese non è mai chi è stato eletto a maggioranza, ma una coalizione di partiti che non rispecchiano il mio voto, quando va bene, se non addirittura un governo presieduto da chi non ha mai preso neppure un voto in vita sua (Monti, Conte, Draghi… docet!).

Io mi sento minacciata nelle mie libertà quando mi vengono imposte tasse e balzelli che si portano via quasi tutto il mio reddito e devo subirle zitto e mosca, quando aumentano le bollette e la benzina e la mia busta paga, invece, resta sempre quella.

Io mi sento minacciata nei miei diritti quando per la seconda volta mi impongono di dover cambiare il televisore o di comprare un decoder, dopo aver pago puntualmente il Canone Rai.

Io mi sento minacciata nella mia libertà quando mi impongono di cambiare l’auto perchè non è un’Euro6, 7, 8, 9, 10, ecc, ecc. e quindi la Domenica, quando decidono che è ” Ecologica”, devo farmela in città, a piedi senza poter andare fuori porta a …”respirare” un pò d’aria pulita.

Io mi sento minacciata nelle mie libertà da una burocrazia asfissiante, che nonostante lo “SPID”, continua a chiedermi carta d’identità, codice fiscale e firma digitale, bolli e timbri!

Io mi sento minacciata nelle mie libertà quando prenoto una visita specialistica o un accertamento diagnostico e mi danno appuntamento dopo un anno!

Cari amici miei, no-vax, nopass. io non vedo alcuna minaccia alla nostra democrazia venire da un pass, come non mi sento meno libera per aver fatto un vaccino ‘salva vita’. Io mi sento minacciata dal fatto di non aver voce in questo mondo dove a comandare sono la finanza, le lobby, le multinazionali che ci impongono il loro stile di vita nel solo nome del loro profitto!

Giorno dopo giorno ci stanno cancellando, stiamo diventando invisibili e neppure ce ne accorgiamo. E cosa facciamo? Abbaiamo alla luna, contro i vaccini!

8 Risposte a “Cari amici miei, no-vax, no-pass, non è il vaccino il nemico della nostra libertà!”

  1. Diversi amici, mi hanno chiesto un parere sul referendum abrogativo del certificato razziale vaccinale. Personalmente ritengo che tutto questo non possa essere oggetto a prescindere di un referendum per il semplice fatto che quei diritti sono nostri. Ci spettano di diritto. La libertà non si decide in base ad un voto. Se accettiamo il principio che conta sempre e comunque la volontà della maggioranza su ogni singola questione anche quella che riguarda la sfera inviolabile dei nostri diritti individuali facciamo esattamente il gioco delle democrazie liberali. Se accettiamo che la maggioranza decide su qualsiasi cosa, allora la maggioranza può decidere anche che è legale rubare e uccidere per il solo fatto che un numero maggiore di persone si è espresso in tal senso.

    Restiamo imprigionati nel meccanismo infernale nel quale ci ha intrappolato l’illuminismo che ha esaltato la democrazia perché è il sistema politico migliore per controllare le masse. In democrazia non comanda il popolo. In democrazia comandano gli strumenti che determinano la volontà del popolo che sono i mezzi di comunicazione e il potere finanziario. La democrazia non è null’altro pertanto che la dittatura delle oligarchie finanziarie. La mia idea è che noi dobbiamo iniziare a dire no questa truffa. Siamo finiti nella peggiore dittatura della storia e non sono stati i totalitarismi comunisti e nazisti a portarci in questo incubo. È stata la democrazia. Noi dobbiamo iniziare a rifiutare l’idea che la nostra vita possa decidersi a maggioranza. Noi dobbiamo iniziare a rifiutare la dittatura della democrazia per poter tornare ad essere liberi.

  2. La penso esattamente allo stesso modo dell’articolista, mi ha rubato le parole di bocca!!!

  3. Green pass, obbligatorio anche alla Camera. Ma in chiesa e su bus e metro non è richiesto: basta la mascherina!?

  4. Brava Giuliana R., allora non Ti lamentare se non comprendi cosa accade in Italia.
    Un banchiere NON VOTATO comanda. In Italia persone NON VOTATE ci comandano: a Te va bene a me NO:

  5. Se la Maggioranza degli Italiani è Green Pass, il centrosinistra vincerà alle Elezioni 2021.
    Se il centrosinistra è perchè nonostante la massiccia dose di lavaggio cerebrale MOLTI ne hanno le tasche piene. Il 3 4 ottobre sono vicini staremo a vedere.

  6. Una semplice ed umile domanda: PERCHE’ PERCHE’ PERCHE’ tanti Medici e personale sanitario, gente esperta, non vuole farsi vaccinare?
    Se una persona è vaccinata non si può ammalare, ergo non vedo perchè tema che IO non mi vaccino?
    Non mi sembra un ragionamento molto difficile!!!

  7. L’autorità del farmaco europea: l’autorizzazione completa per il commercio tra un paio d’anni. Pfizer conferma: “Chiusura del follow-up nel 2023”. L’ipotesi allo studio: anticipare il via libera di qualche mese utilizzando i dati parziali – (Il Giornale del 4.9.2021).
    Prima di Sparlare informarsi. Io non voglio farmi fare un VACCINO SPERIMENTALE.

  8. “Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. ” Deve essere il PARLAMENTO e non il Governo ad imporre un vaccino, nel caso IO NON DEVO FIRMARE alcuna liberatoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.