Crea sito

Bisogna produrre più Vaccini-Covid, punto e basta!

di Redazione. Tutto il mondo è d’accordo nel sostenere che quella contro il Coronavirus è una battaglia che bisogna vincere tutti quanti insieme. E tutte le più grandi potenze mondiali sono concordi nel dichiarare che quella che attualmente stiamo vivendo è una vera e propria guerra contro il virus.

Ma allora se stiamo in guerra, se le munizioni che occorrono per bombardare il Covid19 sono i vaccini, perché tutte queste resistenze nella sua produzione.

Bisogna vaccinare l’intera umanità, non solo i cittadini dei paesi “ricchi”, ma soprattutto quelli del terzo mondo, coloro che proprio perché spinti dalla fame, dalle avverse condizioni ambientali e sociali, dalle guerre e dalle violenze che subiscono ogni giorno sulla propria pelle, sono quelli che si spostano più degli altri, migrando nei paesi più ricchi e portando con sè non solo fame, miseria e povertà, ma anche le temute varianti del virus.

E allora stiamo ancora lì a discutere sulle case farmaceutiche che non rispettano i contratti, che ritardano le consegne delle dosi previste? In tempo di guerra, come lo hanno definito loro, non si deve guardare in faccia nessuno, tantomeno la geopolitica dei vaccini e il business delle ditte che lo producono.

Le Superpotenze mondiali, i massimi leader del mondo devono marciare uniti e compatti pretendendo con “qualsiasi mezzo” che le fabbriche del vaccino sfornino dosi a bizzeffe, senza se e senza ma, a getto continuo, h 24, punto e basta!

3 Risposte a “Bisogna produrre più Vaccini-Covid, punto e basta!”

  1. #Andràtuttobene

    Ne usciremo analfabeti,
    disoccupati
    e con le orecchie a sventola!

  2. Pfizer costa € 19,59
    AstraZeneca costa € 2.00
    Capito perché quello che crea meno profitto fa male, mentre l’altro va benissimo ?

  3. Faccio il solito lavoro che faceva mio padre, il portuale, eppure guadagno la metà di quanto guadagnava lui e i generi di prima necessità costano il doppio in confronto ai suoi tempi.

    Perciò dico questo ai giovani:

    non abbiate fiducia nel futuro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.